Tavolo di coordinamento

Tavolo di Coordinamento dei Siti Unesco del Veneto

I siti veneti iscritti nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco presentano delicate e complesse problematiche di gestione, in merito sia alla disciplina di tutela e alle misure di salvaguardia, sia alle attività di valorizzazione e promozione.

Consapevole dell'importante ruolo che questi siti svolgono, e delle ampie ricadute che una corretta politica di gestione può generare su tutto il territorio, la Regione del Veneto ha istituito, con Deliberazione di Giunta Regionale n. 2867 del 12 settembre 2006, un Tavolo di Coordinamento, aprendo uno spazio di incontro per la riflessione, lo scambio e il confronto tra le singole esperienze, la messa a punto di strategie comuni e l'elaborazione di progetti condivisi. Il Tavolo è stato rinnovato con Deliberazione di Giunta Regionale n. 1430 del 1 ottobre 2019.

In quest'ottica, e in applicazione della Legge 20 febbraio 2006, n. 77 - Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella "Lista del Patrimonio Mondiale", posti sotto tutela dell'Unesco – i siti hanno ottenuto anche dallo Stato sostegno finanziario per la realizzazione di progetti comuni.

Nell’ambito del Tavolo ha preso corpo un progetto di comunicazione coordinata del Patrimonio Unesco nel Veneto, finanziato dalla Regione ai sensi della legge regionale 1/2008, art. 102, per promuovere e valorizzare secondo linee comuni le eccellenze riconosciute e tutelate dalla Comunità internazionale.

Il Veneto è la prima Regione in Italia che ha posto in essere una simile strategia di comunicazione per i propri Siti Unesco, offrendo un modello di ‘buone pratiche’ considerato e apprezzato a livello nazionale.

I lavori del Tavolo di Coordinamento regionale hanno inoltre supportato e continuano a supportare i Soggetti Referenti dei Siti veneti nella redazione e nell’adozione dei Piani di Gestione (documenti amministrativi atti a garantire efficacia nel governo del patrimonio) previsti dall’Unesco, nonché nello sviluppo di progettualità mirate al conseguimento di finanziamenti statali per iniziative condivise, ai sensi della legge 77/2006, recante misure di sostegno ai beni italiani della World Heritage List.

Nel 2018 grazie a un Accordo di Programma con l’Università Iuav di Venezia la Regione ha potuto avvalersi del supporto scientifico di un team di esperti per approfondire conoscenze tecniche su alcuni temi centrali della gestione dei Siti iscritti alla Lista del Patrimonio Mondiale Unesco.

Contatti siti UNESCO in Veneto

Posizione Organizzativa Valorizzazione Beni culturali e paesaggio

Bodon Giulio - Tel. 041.279 3172
Email: giulio.bodon@regione.veneto.it
 

Altri contatti

Ultimo aggiornamento: 13-01-2020